giovedì 10 aprile 2014

Il Chiacchierino

Buon pomeriggio dalla vostra Mara :-)

Ieri vi ho mostrato dei lavoretti al chiacchierino, erano le uniche due foto che al momento avevo sottomano.
Fino ad ora ho realizzato soprattutto centrini, ma purtroppo non ho le foto, ora sto preparando anche degli inserti per il tendone di un salone, una vera faticaccia!!
E tra le tante varie cose che mi piace fare, ora provo con i gioielli :-)
Il chiacchierino l’ho imparato da una piccola, da una rivista trovata in omaggio in un altro giornale e la conservo ancora con cura perché ci sono un sacco di bei lavori.
Ora che ci penso meglio specificare: il mio è il chiacchierino tradizionale eseguito con la navetta non quello ad ago.

Il chiacchierino è una tecnica molto antica, le prime testimonianze risalgono alla fine del ’700, anche se credo che sia ancora più antica.
È un pizzo molto decorativo che conquistò in breve le dame delle corti europee che lo usarono per creare centri, centrini, complementi d’arredo e per impreziosire gli abiti, anche maschili (ho pensato di creare apposta un pizzo chiacchierino per il vestitino di qualche mia bambolina, sarebbe davvero elegante e preziosa, vi terrò aggiornati!!).
Per l’esecuzione si usano le navette che originariamente erano in legno e in osso, ma divennero d’argento, madreperla, avorio e, in alcuni casi, addirittura in oro. La navetta, infatti, diventò simbolo del ceto sociale cui si apparteneva quindi molto spesso era decorata dagli orafi con incisioni e pietre preziose.

Il chiacchierino ad ago invece è molto più “giovane” perché risale solo ai primi del ‘900, inoltre non si è diffuso velocemente perché la navetta dominava incontrastata e nessuno produceva aghi specifici.
È stato solo verso la fine degli anni ‘70 che iniziano ad essere prodotti aghi per questa tecnica e che alcune pubblicazioni iniziano a far capolino tra le riviste dedicate al chiacchierino e dal 2005 in poi questa variante del chiacchierino continua a crescere.
A dir la verità io non l’ho mai provata, a parte perché nella mia zona è davvero difficile trovare gli aghi, ma soprattutto perché mi trovo benissimo con la navetta!! Che dirvi?? Ad ognuno il suo!! ;-)

Per ora mi fermo qui, la prossima volta vi spiegherò l’esecuzione di questo bellissimo pizzo, ciao!! :-)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...